ESPERIENZA VERMOUTH nell’affascinante cornice del Museo Diocesano - Jo-in Tour Operator
EV_MuseoDiocesano
Vermouth3
Vermouth2
TorreCampanaria

ESPERIENZA VERMOUTH nell’affascinante cornice del Museo Diocesano

32,00

Vino, zucchero, erbe e fantasia: preparatevi a diventare vermuttieri per un giorno attraverso un percorso divertente e interattivo alla scoperta di una delle eccellenze piemontesi.

A Torino il vermouth è nato, è diventato mito, ma non ha ancora smesso di stupire. Ingrediente per cocktail o unico protagonista, accompagna la nostra fantasia in un mondo elegante e concreto fatto di conoscenza, sapienza e stile.

Dai vini ippocratici all’epoca Sabauda – in cui il Vermouth fu “inventato” a Torino da Benedetto Carpano – fino alle alterne fortune del secolo scorso e la sua recente riscoperta. Tanti aneddoti e curiosità, pubblicità vintage e immagini d’epoca.

3 Vermouth, 12 Piante aromatiche da tutto il mondo, 10 Macerati alcolici di spezie ed erbe che saranno gli ingredienti del tuo vermouth. Ogni partecipante sceglie gli ingredienti che preferisce per creare la propria ricetta segreta. Una postazione allestita con erbe e spezie, tinture professionali, vino base, contagocce, imbuti. Ognuno porterà a casa con sé la propria bottiglietta di Vermouth con etichetta personalizzata in ricordo dell’esperienza.

A introdurre gli ospiti nel magico mondo del vermouth e a condurre la degustazione sarà Fulvio Piccinino, indiscusso maestro del settore. Da anni, infatti, è impegnato in progetti di ricerca e rivalutazione del vermouth e in seminari per la diffusione di una consapevole e sana cultura del bere.

Per la prima volta nell’affascinante cornice del Museo Diocesano il nostro esperto racconterà anche qualche aneddoto curioso dedicato ai vini da messa.

Prima o dopo l’Esperienza è possibile visitare il museo e salire sulla Torre Campanaria: Recentemente restaurato, il campanile è inserito all’interno del percorso di visita del Museo Diocesano. Il campanile fu edificato nella seconda metà del Quattrocento per volontà del vescovo Giovanni di Compey a corredo del complesso vescovile allora esistente. Tra il 1720 e il 1722 l’architetto di corte Filippo Juvarra lavorò al coronamento e alla cupola, ma i lavori furono interrotti prima della realizzazione di quest’ultima. La torre assunse così l’aspetto attuale: una costruzione in mattoni che termina con una cella campanaria barocca in stucco e pietra. Grazie alla galleria ipogea che collega la Torre alla Chiesa Inferiore del Duomo è possibile accedervi e raggiungere la cella campanaria, a oltre 43 metri d’altezza. Dalla cima è possibile ammirare un panorama d’eccezione: la città di Torino vista dall’alto, circondata dalle Alpi.

Il costo è comprensivo di Esperienza Vermouth, ingresso al Museo Diocesano e possibilità di salire sulla Torre Campanaria.

Iscrizioni e info: info@esperienza.com